L’orto, il giardino, il parco

L’aia di una volta resa giardino con alberi da frutto e piante aromatiche, dove prendere il sole, leggere un libro all’ombra, organizzare un barbecue, raccogliere le mele.
E sotto casa un orto, dove coltivare la propria verdura biologica.
E poi per far correre il cane, organizzare un mini camping per i bambini, fare yoga la mattina un boschetto recintato con piante monumentali e zone di radura.

Le casette, piccole dependance

Tre casette in giardino, una volta pollaio e ora accoglienti nidi scaldati con i tradizionali putagé, dove creare una ludoteca per i piccoli, una biblioteca per i grandi, uno studio di registrazione, una stanza per gli ospiti.

Le stalle d’un tempo

Le stalle oggi sono aperte a proposte. Possono accogliere feste e concerti, diventare spazi espositivi o laboratorii artigianali.